Libri accessibili

Leggere è un diritto, non un privilegio

Sono indicati come accessibili quei libri fruibili con piacere anche da persone con particolari esigenze percettive, ma tali libri diventano “inclusivi”, ovvero rappresentanti delle varie diversità, solo quando possono concretamente essere goduti con vivida partecipazione, anche in compagnia, senza altro obiettivo se non per il piacere fine a se stesso.

Molti di questi libri sono progettati appositamente per persone che, a causa di una disabilità, accedono alle storie attraverso modalità a cui la maggior parte delle persone non pratica abitualmente. 

Altri libri invece sono accessibili anche se autori e progettisti non si era prefissati questo scopo, ciò nonostante funzionano perfettamente in disparate situazioni come motore per narrazioni e letture condivise. 

Così come ogni persona senza disabilità ha diritto di godere di un libro senza secondi fini, alla stessa maniera anche bambini, bambine, ragazzi e ragazze che ne hanno una o più gode dello stesso diritto. Che poi da questa condizione scarturiscano le acquisizioni più radicalmente incisive (da un punto di vista affettivo, cognitivo, motorio) è una di quelle meraviglie che la vita, con la sua forza inarrestabile, semplicemente attua senza preoccuparsi della nostra capacità di capire.

Come scegliere libri di qualità e allo stesso tempo capaci di soddisfare le curiosità di chi legge? E uno scaffale? 
La povertà educativa si contrasta attraverso l'accesso libero alle opportunità e alle storie.


Sei interessati3 un corso?
Desideri approfondire per motivi professionali, di studio o interesse personale?
Scrivimi, posso pianificare un corso, anche in collaborazione con esperte che sul tema vantano esperienza e pubblicazioni: f.grasso@edufrog.it







Contattami

I compleanni di febbraio

Newsletter

cookies